COP 27: la conferenza sui Cambiamenti Climatici al via a Sharm el-Sheikh

Inizia oggi domenica 6 Novembre a Sharm in Egitto e durerà fino a venerdì 18 Novembre la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP), appuntamento annuale per i leader mondiali nel valutare e mettere in atto misure per contrastare i cambiamenti climatici.


Si apre nella giornata di oggi un una Sharm el-Sheikh blindata dal punto di vista della sicurezza l'annuale Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP) per cercare di affrontare la grande sfida nel rallentare e contrastare il veloce e forte cambiamento climatico che il nostro pianeta Terra sta affrontando.
La bolla che permette la vita sul nostro pianeta si stà rompendo - cerchiamo almeno di ripararla

Il 26 Ottobre anticipando di due settimane la conferenza, l'Unfccc (agenzia dell’Onu per il clima) ha pubblicato un rapporto sugli impegni sottoscritti da 193 Paesi con la firma dell'Accordo di Parigi del 2015 che impegnava gli stati membri dell'Onu a fare il necessario per contenere il riscaldamento globale al di sotto dei due 2°C. Inutile dirvi che le conclusioni del rapporto sono a dir poco catastrofiche ed in sintesi sottolinea che le azioni intraprese dai paesi sono ad oggi assolutamente lontane dal poter raggiungere l'obiettivo prefissato ed anzi anche con gli impegni sul taglio alle emissioni di gas serra sottoscritti finora dai paesi di tutto il mondo la temperatura del pianeta aumenterà comunque di almeno 2,5°C entro la fine del secolo; scenario da vero e proprio collasso climatico per l'essere umano.

WMO: Record di emissioni per i gas serra in atmosfera registrato nel 2021
Allarmante anche il rapporto dell'Organizzazione Meteorologica Mondiale (WMO) che analizzando i dati del 2021 ha riportato il più grande aumento su base annua delle concentrazioni di metano da quando le misurazioni sono iniziate quasi 40 anni fa. Il motivo di questo eccezionale aumento non è chiaro, ma sembra essere il risultato di processi sia biologici che indotti dall'uomo.
Analizzando nel complesso, le concentrazioni di anidride carbonica nel 2021 erano 415,7 parti per milione (ppm), metano a 1908 parti per miliardo (ppb) e protossido di azoto a 334,5 ppb. Questi valori costituiscono, rispettivamente un aumento del 49%, 162% e 24% rispetto ai livelli pre-industriali ovvero prima che le attività umane iniziassero a sconvolgere l'equilibrio naturale di questi gas nell'atmosfera. L'aumento % di CO2 tra il 2020 e il 2021 è il più alto degli ultimi 10 anni.
Inquinamento da record - uomo responsabile

I temi principali della COP 27 di quest'anno a Sharm e cosa dobbiamo aspettarci?
Se analizziamo i risultati della COP 26 a Glasgow in Irlanda dello scorso anno di sicuro non si può essere ottimisti visto che il risultato principalmente sulla carta fu un accordo sulla riduzione del carbone e poco altro anche perché la "sintonia" USA-Cina con un accordo sul clima è stato annullato in seguito alla visita a Taiwan del leader della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti Nancy Pelosi.
I principali temi in agenda di quest'anno, ma che sono stati poi spesso gli stessi anche negli anni precedenti, sono: sicurezza alimentare, transizione ecologica giusta, strumenti finanziari innovativi per il clima e lo sviluppo, il futuro dell'energia, la sicurezza idrica ed il cambiamento climatico e sostenibilità delle comunità vulnerabili.
In un intervista ad Open (giornale online fondato da Enrico Mentana), Jacopo Bencini, policy advisor di Italian Climate Network, presente in Egitto in veste di osservatore sottolinea il fatto che si parli dell'importanza della climate finance, ecco le sue parole «sulla spinta di molti Paesi del sud del mondo l'attenzione è stata spostata anche su due aspetti: le politiche di adattamento e quelle per finanziare i cosiddetti "loss and damage", perdite e danni dei Paesi più colpiti dalla crisi climatica. Questa è una sorpresa, perché si tratta di temi che fino a poche settimane fa non erano in agenda. Si è iniziato anche a discutere della creazione di un meccanismo di finanziamento, che i Paesi africani chiedono da anni. Non so se essere ottimista, ma il solo fatto che si parli dell’importanza della climate finance è un bel passo avanti».

ITALIA: fondo per il clima da 840 milioni di euro l'anno per cinque anni
Annunciato dall'inviato speciale italiano per il clima, l'ambasciatore Alessandro Modiano, che sarà presentato ufficialmente proprio a Sharm il 7 novembre. Nella stessa data è attesa in Egitto la presidente del Consiglio Giorgia Meloni. La leader sarà chiamata nei prossimi mesi ad esprimere con i fatti il peso che la questione climatica avrà nel suo esecutivo.

Ora non ci resta che seguire la conferenza ed avere sempre la speranza che l'essere umano possa guardare almeno una volta al di là del proprio naso per salvare se stesso!

La conferenza stampa di apertura della COP 27 programmata per oggi alle 13:15 ora Italiana.



Intervento nel summit dei Leader Mondiali previsto per domani Lunedì 7 Novembre alle 11:15 ora Italiana.



Potete seguire i LIVE IN DIRETTA COP27 sul canale YouTube ufficiale del cambiamento climatico delle Nazioni Unite (UNFCCC).

Per ulteriori approfondimenti sull'argomento:
- Eventi in programma alla COP 27, agenda con orari e link per seguire gli eventi.
- Rapporto del WMO del 26 Ottobre con approfondimenti e analisi grafiche dei dati rilevati nel 2021.
- Rapporto del 26 Ottobre dell'UNFCC, l'agenzia dell'Onu per il clima.

Ultime News Ambiente e Clima

Costi di riscaldamento troppo elevati? La soluzione è sotto i nostri piedi

Proprio vero quando si dice "non tutto il male viene per nuocere". Da anni si parla dell'indiscussa azione dell'uomo sull'ambiente e di come le città riscaldino l'aria circostante...

Arcobaleno: scienza, curiosità e storia

Simbolo di vita, speranza e pace, è uno dei fenomeni meteo più affascinanti, ha ispirato miti e leggende in ogni popolo durante i secoli... stiamo parlando dell'arcobaleno, manif...